SMARTPHONE E MIOPIA…USA LA TESTA!

La miopia è il difetto visivo più diffuso al mondo, che arriva a interessare circa una persona su quattro nel mondo occidentale, con punte di incidenza superiori al 50% nel mondo orientale.

Malgrado l’enorme diffusione della miopia, sono ancora molti gli interrogativi legati alle sue cause e alla sua evoluzione, il professore Matteo Piovella, Presidente della Società Oftalmologica Italiana (SOI) ha fatto chiarezza in un’intervista sostenendo che la miopia è una realtà legata a fattori ereditari, fattori ambientali e abitudini di vita che la favoriscono.

Il professor Piovella ha infatti spiegato che
<<nell’ultimo decennio si è molto studiato l’effetto dell’accomodazione, cioè della messa a fuoco da vicino, che richiede uno sforzo importante da parte dell’occhio. Se l’atto di mettere a fuoco da vicino viene protratto nel tempo o portato a condizioni esasperate può essere una concausa scatenante la miopia. Penso ad esempio all’utilizzo smodato di smartphone e tablet, che hanno schermi ad altissima risoluzione che tendono a «invitare» l’utente ad avvicinare molto la testa allo schermo. Più la testa si avvicina allo schermo e più aumenta lo sforzo di messa a fuoco, che può favorire nel tempo la comparsa o l’aggravarsi della miopia».

È molto importante quindi imparare ad usare lo smartphone, così come negli anni ’50 e ’60 si insegnava ai bambini a non inclinare troppo la testa durante la lettura e a non guardare la tv troppo da vicino per non compromettere la vista. Oggi si dovrebbe insegnare loro, così come anche agli adulti, a non avvicinare troppo gli occhi agli schermi elettronici. Ad esempio guardare lo schermo di uno smartphone o di un tablet dalla distanza di 20 cm comporta uno sforzo triplicato rispetto che al guardarlo da una distanza di 50 cm. Inoltre si dovrebbe insegnare ai bambini a evitare di trascorrere troppe ore davanti a computer o videogame e cercare di farli giocare più spesso all’aria aperta.

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *