QUEL FASTIDIOSO TREMOLIO DELLA PALPEBRA

Spasmi, tic e tremolii delle palpebre sono piuttosto comuni. Di solito, è coinvolta la palpebra inferiore ma non è raro riscontrare fenomeni di contrazione muscolare anche a carico della palpebra superiore. La maggior parte degli spasmi oculari sono transitori, anche se possono durare settimane o addirittura mesi.

La causa principale è lo stress, altre probabili cause sono:
Stanchezza
Affaticamento degli occhi
Abuso di caffeina
Alcol
Secchezza degli occhi
Squilibri nutrizionali
Allergie

Quasi tutte le contrazioni palpebrali che insorgono improvvisamente sono di natura benigna, si tratta cioè di una condizione che non è grave né è segno di un problema medico.

Il movimento continuo dei muscoli degli occhi può anche essere difficile da trattare. L’unica possibilità per fermare gli spasmi l’otteniamo trovando la causa che lo scatena.

Le forme più gravi di spasmi palpebrali sono causate da condizioni neurologiche quali il blefarospasmo e lo spasmo emifacciale. Queste condizioni sono molto meno comuni e possono essere diagnosticate da una normale visita oculistica ed opportunamente trattate.
Stress
Il tremolio continuo degli occhi può essere un segno di stress, soprattutto quando è legato a problemi di vista, come in caso di eccessivo affaticamento degli occhi (vedi oltre). Ridurre la causa dello stress può contribuire a far diminuire o eliminare gli spasmi.
Stanchezza
La mancanza di sonno, sia per lo stress sia per altri motivi, può attivare gli spasmi palpebrali. Riposiamo di più!
Affaticamento degli occhi
Lo stress correlato alla vista può verificarsi se, per esempio, si ha bisogno di occhiali o si ha bisogno di cambiare occhiali. I nostri occhi, impegnati eccessivamente per lavoro, possono risentirne fino a scatenare gli spasmi palpebrali.
L’affaticamento da computer, tablet e smartphone è oggi una causa molto comune di stress visivo.
Se gli spasmi palpebrali sono persistenti e molto fastidiosi, è opportuno sottoporsi a visita oculistica, per valutare le condizioni di salute degli occhi e perché potrebbe essere necessaria una prescrizione di occhiali.
Caffeina e alcol
Si ritiene che troppa caffeina o troppo alcol possano contribuire a scatenare le contrazioni palpebrali. Può valere la pena, quindi, provare a ridurre l’assunzione di caffeina (caffè, tè, bevande gassate, ecc) e l’assunzione di alcolici.
Secchezza degli occhi.
Più della metà della popolazione anziana è vittima del problema dell’occhio secco. La secchezza degli occhi è anche comune in coloro che usano molto il computer, in chi assume alcuni tipi di farmaci (antistaminici, antidepressivi, ecc.), in chi indossa lenti a contatto o in chi abusa di caffè e prodotti alcolici.
E’ bene rivolgersi al proprio oculista di fiducia anche per valutare l’eventuale presenza di “occhio secco”, visto che esistono dei trattamenti specifici che possono essere d’aiuto.
Squilibri nutrizionali
Alcuni report indicano che la mancanza di alcune sostanze nutritive, come il magnesio ed il potassio, possono scatenare gli spasmi delle palpebre. Anche se questi report non sono supportati da valide argomentazioni scientifiche, è utile incrementare l’assunzione di magnesio in caso si percepiscano tremori palpebrali.
Allergie
Le persone con problemi di allergie oculari possono avere lacrimazione eccessiva, gonfiore e prurito agli occhi. Quando gli occhi vengono strofinati, si rilascia istamina nelle congiuntive e aumenta la lacrimazione. Alcune prove indicano che l’istamina stessa può causare spasmi delle palpebre.

In rari casi, gli spasmi palpebrali non vanno proprio via. Alcuni di questi tipi di contrazioni possono essere trattati con successo con iniezioni di Botox, che aiutano ad eliminare gli spasmi muscolari. E’ opportuno consultare prontamente il medico di fiducia per una corretta diagnosi ed il relativo trattamento se la contrazione muscolare colpisce tutta la metà del viso, o l’intero occhio, determinando la completa chiusura delle palpebre.

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *