QUANDO L’ESERCIZIO FISICO MIGLIORA LA VISTA

È stato già detto che la visione è migliore in tutte quelle persone che svolgono attività all’aria aperta,  ma le nuove scoperte ci fanno capire come stile di vita e visione siano strettamente correlate così come descritto in questo articolo della IAPB che qui riportiamo integralmente.

Recenti studi dimostrano infatti che la visione umana è più sensibile se ci si muove attivamente. È quanto ipotizzano ricercatori dell’Università della California. Infatti i mammiferi (come gli invertebrati) manifestano, a livello cerebrale, migliori risposte neuronali durante la locomozione già a livello della corteccia cerebrale. Insomma, scrivono sul Journal of Cognitive Neuroscience, “i sistemi visivi divengono più sensibili quando si esplora attivamente l’ambiente”.

Per verificarlo i ricercatori californiani hanno fatto ricorso all’elettroencefalogramma su 18 persone che si orientavano eseguendo esercizi di discriminazione. I partecipanti fissavano infatti il centro di una griglia circolare che si presentava per flash successivi e veniva orientata in nove modi diversi. Lo stesso esercizio è stato eseguito sia stando fermi che pedalando lentamente o velocemente (su una cyclette).

Scrivono i ricercatori:

Questi dati dimostrano che la sensibilità della corteccia visiva migliora anche durante la locomozione. I nostri risultati rivelano la natura del miglioramento indotto dall’esercizio sulla codificazione selettiva di determinate caratteristiche a livello di corteccia sensoriale umana e offrono una valida evidenza circa l’esistenza di un collegamento tra i meccanismi neurali e comportamentali che hanno in comune diverse specie.

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *