PTOSI PALPEBRALE

La ptosi palpebrale è un abbassamento più o meno importante della palpebra; può essere congenita o manifestarsi in età adulta per cause prevalentemente neurologiche o traumatiche.

Rappresenta una delle cause di ambliopia (“occhio pigro”), qualora l’abbassamento della palpebra coinvolga più della metà del campo pupillare. In tali casi, si deve ricorrere precocemente alla chirurgia.

Esistono diverse tecniche chirurgiche che permettono di correggere la ptosi palpebrale, a seconda della diversa funzione del muscolo palpebrale affetto.  La chirurgia consiste nel riportare la palpebra alla sua posizione originaria e bilanciare la simmetria con la palpebra dell’altro lato.

La ptosi palpebrale è piuttosto frequente negli anziani, quando cede il muscolo elevatore, per l’età o in seguito ad un intervento.

La ptosi può essere anche congenita: si nasce così.

Tra le cause più frequenti della ptosi acquisita, ci sono la paralisi del nervo oculomotore o quella del muscolo elevatore della palpebra, malattie sistemiche come la miastenia oppure lo sviluppo di neoplasie cerebrali. a volte può dipendere da un trauma, per esempio una contusione da parabrezza in seguito a un incidente automobilistico.

Nelle malformazioni congenite gravi, la diagnosi di ptosi palpebrale viene effettuata dal neonatologo già nei primi giorni di vita. Per le forme più leggere è il pediatra a scoprire la patologia. Il bambino con la ptosi bilaterale delle palpebre tende a ruotare il volto verso l’alto per guardare meglio. Nelle ptosi monolaterali, i bambini girano la testa dalla parte dell’occhio sano quando viene interessato da una qualsiasi immagine.

Per gli adulti, la difficoltà visiva porta il soggetto a chiedere un consulto all’oculista, che di solito fa diagnosi di ptosi palpebrale. In seguito la diagnosi viene confermata da altri specialisti, che con l’oculista impostano l’intervento di chirurgia orbito-palpebrale (chirurghi plastici maxillofacciali, neurologi).

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *