MANGIARE PER GLI OCCHI

Una dieta ad alto contenuto di grassi è il secondo fattore di rischio di degenerazione maculare senile dopo il fumo.

Un nuovo studio canadese ha infatti evidenziato che un’alimentazione troppo lipidica può causare obesità e quindi alterazione della flora intestinale che provoca un’ anomala proliferazione di vasi retinici con conseguente perdita della vista.

Bisogna incoraggiare l’adesione a una dieta mediterranea, considerata tra le più sane al mondo. Nei questionari si sono presi, ad esempio, in considerazione il consumo d’olio d’oliva, vino, frutta, verdura, pesce e il basso consumo di carne e dei suoi derivati. Un ulteriore punto è stato assegnato nel caso in cui si sia assunta almeno una porzione di frutta e verdura al dì (considerata però decisamente insufficiente dagli esperti). Mentre è stata penalizzata un’assunzione eccessiva di pane bianco o di riso, è stato privilegiato invece il consumo di pane integrale (almeno cinque porzioni la settimana). Insomma, se non si mangia con gli occhi, si può almeno… mangiare per gli occhi.

Fonte:Iapb Italia

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *