MALANNI DI STAGIONE: LA CONGIUNTIVITE

La congiuntivite è infiammazione della congiuntiva, la membrana mucosa, sottile, trasparente, che riveste internamente le palpebre e, ripiegandosi, ricopre la parte anteriore del globo oculare. È una delle malattie oculari più comuni. La congiuntivite può manifestarsi in forma acuta o cronica.

Le cause della congiuntivite possono essere varie, ma le più frequenti sono dovute a batteri, virus, funghi o parassiti;

I SINTOMI DELLA CONGIUNTIVITE SONO: lacrimazione eccessiva, bruciore, sensazione di sabbia negli occhi (sensazione di corpo estraneo), secrezione (gli occhi tendono ad “appiccicarsi”) e fotofobia (fastidio alla luce) rossore oculare, gonfiore più o meno accentuato della congiuntiva e delle palpebre, piccole emorragie congiuntivali bulbari o tarsali (in particolar modo nelle forme virali).

 La terapia varia a seconda del tipo di congiuntivite. Generalmente si ricorre a colliri (terapie topiche) e, più raramente, a medicinali assunti per bocca (per via sistemica).

La forma infettiva della congiuntivite può essere caratterizzata da lieve febbre, tosse, mal di gola e rigonfiamento delle ghiandole linfatiche (ai lati del collo). È fondamentale l’igiene accurata delle mani; occorre, inoltre, cambiare frequentemente la federa del cuscino ed evitare contatti ravvicinati con altre persone, in modo da non contagiare l’infezione. E’ bene inoltre Sciacquare frequentemente gli occhi, asciugando con panno morbido; Riservarsi l’utilizzo di un asciugamano o panno, senza lasciarlo utilizzare ad altre persone; Non condividere prodotti che entrano in contatto con gli occhi (collirio, asciugamani, coperte, trucchi, lenti a contatto, soluzione per le lenti o contenitori, o fazzoletti); Non utilizzare lenti a contatto; Non usare trucco per gli occhi finché non sei completamente guarito; Non andare a scuola o al lavoro per qualche giorno (congiuntivite virale 3-5 giorni, congiuntivite batterica 24-48 ore se curata con antibiotici);Aiutati con l’alimentazione: durante questo disturbo è bene mangiare molta frutta e verdura, ricca di vitamine ed altre sostanze benefiche per l’organismo (broccoli, kiwi, ciliegie, arance, carote, verze, frutta secca, cereali e spinaci); Se pratichi il nuoto, non nuotare in acqua clorata con gli occhi aperti, ma usare occhialini

La congiuntivite batterica è la più comune forma di patologia congiuntivale, di cui a sua volta si possono distinguere tre tipologie: la congiuntivite batterica catarrale, la congiuntivite batterica purulenta e quella membranosa (oppure pseudomembranosa).

 

 

 

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *