LENTI A CONTATTO: UTILI, COMODE, MA BIGOGNA RICORDARE CHE…

Secondo una pubblicazione statunitense, è ancora troppo diffuso (anche tra gli adolescenti americani), un uso scorretto delle lenti a contatto. È stato più volte dimostrato di come sia importante utilizzare le lenti a contatto nel rispetto di alcune norme necessarie per la salvaguardia della salute. Secondo lo studio l’85 per cento degli adolescenti, non le impiega seguendo le giuste norme igieniche.

Il Centro per il controllo e la prevenzione delle malattie spiega come sia pericoloso per la salute “DORMIRE CON LE LENTI A CONTATTO, BAGNARLE con acqua corrente, NON RISPETTARE le sostituzioni programmate e reimpiegare i liquidi di conservazione anche quando non bisognerebbe farlo”.

Purtroppo lo studio dimostra come gli adolescenti tra i 12 e i 17 anni non siano gli unici a trascurare queste buone norme. “A essere a rischio infezioni oculari riconducibili a comportamenti sbagliati sono anche gli altri americani (i giovani adulti non le rispettano nell’81% dei casi, quelli anziani nell’88%). Si stima che nel 2015 i maggiorenni che negli Usa facevano uso delle lenti a contatto erano circa 41 milioni, mentre l’anno seguente solo gli adolescenti erano complessivamente 3,6 milioni.”

Le lenti a contatto sono dei dispositivi chirurgici molto utili e comodi, soprattutto in caso di difetti visivi importanti.  Ne esistono di vari tipi, che si dividono per durata, dalla più comune usa e getta alle lenti a ricambio annuale, e per materiale. Le più diffuse sono le lenti a contatto morbide in silicone idrogel, nonché le più economiche.

Per salvaguardare la sinistra salute, utilizzando le lenti nel modo corretto è importante ricordare che:

non vanno toccate con le mani sporche, una volta lavate dovranno essere asciugate perfettamente prima della loro applicazione, non bisogna superare un limite di utilizzo di 6-8 ore al giorno, meglio far uso di lacrime artificiali soprattutto quando fa molto caldo o si usa l’aria condizionata. Persino l’acqua della piscina potrebbe veicolare dei batteri nocivi, per cui è sempre meglio togliere le lenti prima di nuotare.

Bisogna pertanto ricordare che le infezioni da lenti a contatto riconducibili a un loro cattivo utilizzo senza rispetto delle norme igieniche, possono culminare, nei casi più gravi, persino in gravi danni corneali che possono provocare anche cecità.

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *