LENTI A CONTATTO: ATTENZIONE A…

L’American Academy of Ophthalmology (AAO) dispensa otto consigli per un’attenta manutenzione e un’igiene accurata di questi dispositivi medici, su cui ha realizzato un clip animato. In particolare bisogna evitare che entrino in contatto con l’acqua, non bisogna dormirci né portarli per troppo tempo. Si tratta, in ogni caso, di lenti le cui buone norme di utilizzo non mai essere ignorate; anzi, è senz’altro opportuno un consulto oculistico prima di iniziare a metterle regolarmente.

“Se utilizzate male le lenti a contatto possono provocare infezioni oculari, alterazioni visive e persino cecità”, avverte l’Accademia americana di oftalmologia. Si può andare, ad esempio, incontro ad arrossamento oculare, alterata lacrimazione, fastidi oculari, nei casi più seri, a ulcerazioni corneali.

Più nello specifico l’AAO dice che bisogna:

sostituire il contenitore portalenti ogni tre mesi;

pulire il portalenti all’interno prima di riempirlo nuovamente con la soluzione di conservazione apposita;

evitare assolutamente di utilizzare l’acqua corrente per conservare le lenti!

evitare qualunque tipo di immersione (ad esempio in piscina) mentre si portano le lenti a contatto;

disinfettare le lenti versando sopra di esse il liquido di conservazione prima di applicarle;

Togliere le lenti a contatto prima di coricarsi;

far riposare gli occhi mettendo di tanto in tanto gli occhiali anche se si è portatori di LAC;

seguire attentamente le istruzioni delle lenti a contatto, rispettando anche i tempi massimi di utilizzo.

Secondo i Centers for Disease Control and Prevention (CDC) tra il 40 e il 90% dei portatori di lenti a contatto – i quali complessivamente sono circa 30 milioni solo negli USA – non segue come dovrebbe le istruzioni per un loro uso corretto.

Naturalmente non bisogna impiegarle in caso di patologie oculari che coinvolgono la superficie oculare (come cheratiti, congiuntiviti, ecc.) e gettare le lenti già utilizzare assieme al loro contenitore, in modo da evitare possibili contaminazioni. Soprattutto in questo caso è indispensabile farsi visitare e seguire da un oculista di fiducia.

Infine non bisogna dimenticare di portare con sé un paio di occhiali di riserva qualora si dovesse essere costretti a togliere le lenti a contatto perché si prova fastidio, bruciore o dolore (specialmente per chi guida questo è molto importante).

articolo:IAPB ITALIA

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *