GLAUCOMA: PREVENIRE  È SEMPRE MEGLIO CHE CURARE

Il ladro silenzioso della vista, il glaucoma, è una patologia sempre più frequente. A causa della crisi economica degli ultimi anni, le visite specialistiche hanno subito una diminuizione e purtroppo tutto questo a danno della prevenzione.

Così come riportato da un arricolo Iapb che di seguito ritrovate integralmente, il glaucoma infatti  è una malattia silente che può danneggiare di nascosto la nostra vista a partire dalla periferia del campo visivo. Se non curata si finisce col vedere come attraverso un cannocchiale (visione tubulare) fino all’ipovisione e all’oscurità completa. Ci riferiamo a una malattia oculare come il glaucoma, di cui si è celebrata la settimana mondiale dal 12 al 18 marzo 2017.

Si tratta della seconda causa di cecità irreversibile nel mondo; spesso i danni alla testa del nervo ottico sono evitabili con una visita oculistica che comprenda la misurazione della pressione oculare (tonometria), dato che – se questa è eccessiva – le cellule nervose tendono a morire, interrompendo la comunicazione tra la retina e la corteccia cerebrale.

In un caso su due, in Italia e negli altri Paesi sviluppati, le persone col glaucoma non sanno di averlo: nel nostro Paese sono circa mezzo milione. La percentuale di coloro che ignorano di averlo arriva al 90% nelle nazioni meno sviluppate, concentrate in particolare nel Continente africano.

Si stima che le persone affette da questa malattia oculare possano giungere a 79,6 milioni entro il 2020. Secondo l’ultima stima OMS disponibile, nel mondo i glaucomatosi sono 55 milioni, quasi quanto l’intera popolazione italiana.

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *