A COSA È DOVUTA L’IPERLACRIMAZIONE?

Col termine Epifora si indica un’eccessiva fuoriuscita di lacrime dagli occhi.
Definito anche “occhio che lacrima” o “occhi che lacrimano”.
È un segno clinico caratteristico di diversi disturbi e vere e proprie patologie oculari, tra cui la congiuntivite, l’uveite, l’entropion, la blefarite ecc.

 È l’occhio che lacrima in maniera eccessiva, per effetto di disturbo oculare.
Le cause riconosciute di epifora sono almeno tre:

  • l’occlusione (o il restringimento) del sistema che drena le lacrime nel naso;
  • un iperproduzione di lacrime dovuta per esempio a un’irritazione degli occhi
  • un’infrequente (o impossibile) battuta delle palpebre.

L’epifora è molto diffusa tra i bambini molto piccoli (neonati di meno di un anno di vita) e le persone ultrasessantenni, ma, in realtà, può insorgere in soggetti di qualsiasi età.
A seconda delle cause scatenanti, può interessare un occhio soltanto oppure entrambi gli occhi.

L’occlusione del o dei dotti lacrimali nei neonati è il risultato di un ritardato sviluppo dei dotti lacrimali stessi. Spesso, dopo un anno dalla nascita, i bambini con tale anomalia guariscono, perché il sistema che drena le lacrime conclude il proprio sviluppo.
È molto raro che dopo 12 mesi l’occlusione persista, ma, se ciò dovesse verificarsi, esiste un trattamento apposito per la liberazione dei dotti lacrimali.

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *