CATARATTA

La cataratta è la progressiva opacizzazione del cristallino, una lente biconvessa, grande il doppio di una lenticchia, situata all’interno del nostro occhio, appena dietro all’iride.

Per “cataratta” si definisce un opacamento del cristallino dell’occhio. Il cristallino ha la stessa funzione dell’obiettivo in una macchina fotografica, deve produrre nell’occhio un’immagine a fuoco. la cataratta non è un velo che scende sopra l’occhio, ma è una progressiva ossidazione, disidratazione, inspessimento ed opacizzazione del nostro cristallino
La cataratta è la principale causa di cecità trattabile presente in tutti i paesi del mondo e colpisce soprattutto persone sopra i 60 anni.
Oltre i 65 anni, circa la metà della popolazione sviluppa una cataratta e dai 75 anni in su’ la percentuale raggiunge il 90%.
La cataratta senile si sviluppa lentamente senza dare sensazioni spiacevoli, molto spesso chi ne è affetto non se ne rende conto fino a quando non incontra difficoltà visive o la necessità di cambiare frequentemente gli occhiali.
La luce e le immagini  raggiungono la retina con difficoltà dopo essere state diffratte e distorte.

I sintomi visivi più frequenti possono essere:

annebbiamenti transitori o permanenti della vista,

– senso di facile abbagliamento nella visione controluce,

aloni luminosi o colorati intorno alle luci puntiformi,

transitori miglioramenti della visione per vicino,

– riduzione della sensibilita’ al contrasto,

– difficoltà nel distinguere i colori,

– “fame” di luce, lentezza nell’adattamento al buio,

– latenza nella messa a fuoco a varie distanze,

– affaticamento alla lettura,

– disturbi durante la guida notturna,

IL TRATTAMENTO DELLA CATARATTA E’ ESSENZIALMENTE CHIRURGICO Consiste nella asportazione del cristallino divenuto opaco e nell’introduzione di una lente intra oculare (cristallino artificiale) che lo sostituisca e che eviti di portare poi degli occhiali di potere molto elevato.

Oggi si esegue ambulatorialmente, in anestesia locale con gocce di collirio, dura circa 15 minuti, non prevede punti di sutura e consente un buon recupero visivo già dal giorno successivo. E’ un intervento tecnologicamente molto avanzato, richiede un’ottima esperienza da parte del chirurgo, della sua equipe e necessita una moderna e perfetta strumentazione

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *